8 Dicembre 2006

 HUMAN FACTORS RESEARCH

CRESCO-SOC-COG

 Modellistica delle Reti Complesse viste come 

  Aggregati Socio - Tecnologici e Cognitivi

 

 Sottoprogetto III 4 of CRESCO:   Il contributo di Ingegneria Socio-Cognitiva

 

H



 

Ente per le Nuove tecnologie, l’Energia e l’Ambiente


 

   Progetto  CRESCO:

   Centro computazionale di RicErca sui Sistemi COmplessi.

 

  Responsabile del progetto :

     Ing. Silvio Migliori


  LINEA DI ATTIVITA’ III:

  Sviluppo di modelli di 

  simulazione ed analisi delle

  reti tecnologiche complesse 

  e  loro interdipendenze


 
Coordinatore di  LA: .

      Dr. Sandro Bologna


  Sottoprogetto III 4 :

       CRESCO-SOC-COG

 

  Responsabile:
      Dr. Adam Maria Gadomski


   

  Google search:

  CRESCO, ENEA

   

 

 Archivio

 

Links

 

HID (High-Intelligence and Decision) - Gruppo di Ricerca per Alta Intelligenza e Decisioni:  settore delle competenze CAMO nel  Dipartimento FIM:

metodologie ingegneristiche e della modellistica per sistemi basati sull’Intelligenza.

 

 Dipartimento di Ingegnerià dell'Impresa, Università di Roma "Tor Vergata"

 

Sempre

 

 

Il Sottoprogetto SPIII.4 all’interno della Linea di Attività III si pone l’obiettivo di studiare come, dal punto di vista formale-teorico, sistemico e modellistico si possa rappresentare un sistema socio-cognitivo-tecnologico composto da reti organizzative che cooperano e gestiscono reti tecnologiche.

Nel progetto emerge la necessità di modellare sistemi di natura ibrida, cioè composti da  elementi umani e organizzativo-tecnologiche con le proprie leggi di relazione ( vedi anche En.Version).

 

Obiettivo della ricerca

Scopo del sottoprogetto CRESCO-SOC-COG del progetto CRESCO  è l'identificazione e la riduzione della vulnerabilità nelle organizzazioni umane. In particolare sono stati selezionati i seguenti obiettivi (indirizzati allo sviluppo dell'ontologia e dei modelli socio-cognitivi di organizzazioni ad alto rischio) :


FSimulazioni dimostrative dei processi decisionali socio-cognitivi dell'alto rischio nelle organizzazioni umane interdipendenti e coinvolte nei processi di protezione socio-tecnologica delle grandi infrastrutture critiche  (LCCIs).


F    Identificazione e analisi della loro  vulnerabilità  [2], [3] .

 

Pianificazione

Il sottoprogetto prevede nel primo anno di ricerca tre rami dell'attività R&S, uno socio-tecnologico, uno socio-cognitivo ed uno integrativo-metodologico.
.
La loro congruenza dovrebbe essere garantita da un approccio metodologico sistemico Top-down Object-based Goal-oriented (
TOGA) [1] [2] basato su paradigmi integrati e su modelli di ingegneria socio-cognitiva e della meta-conoscenza (meta-knowledge and socio-cognitive engineering) per i sistemi basati sull’ intelligenza (intelligence-based systems).

 

Ramo di Ricerca 1
Vulnerabilità Socio-Cognitiva dei processi decisionali di tipo manageriale

 

 Ricerca e Sviluppo:

 

 Modellazione dei processi cognitivi decisionali di tipo manageriale e loro vulnerabilità

Partners

 ENEA

 ECONA - Centro Interuniversitario

Responsabile ECONA:

 Prof. Marta Olivetti-Belardinelli
 Prof. Alessandro Londei -
londeialessandro(at)libero.it,

Vincolo

Collaborazione con Ramo di Ricerca 3

 

Ramo di Ricerca 2

Vulnerabilità Socio-Tecnologica dei processi decisionali nelle organizzazioni ad alto rischio

 

Ricerca e Sviluppo:

 Modellazione di Vulnerabilità  Socio-Tecnologica  di reti organizzative delle Infrastrutture Critiche

Partners

 ENEA

 DII  (Dipartimento di Ingegneria dell’Impresa) 

 dell’Università di  Roma Tor Vergata,

Responsabile DII

 Prof. Lucio Bianco
 Dr. Massimiliano Caramia
-
caramia(at)disp.uniroma2.it

Vincolo

 Collaborazione con Ramo di Ricerca 3

 

Ramo di Ricerca 3

Ontologia e Modellazione Integrata delle vulnerabilità nelle organizzazioni e  nelle loro interdipendenze

 

Ricerca e Sviluppo:

Metodologia, Modellazione e Validazione Integrata

Responsabile  ENEA

Dr. Adam  Maria Gadomski

Contact:       adam.gadomski(at)casaccia.enea.it

tel: 06 3048 3404

Attività

Coordinamento ontologico,  integrazione e validazione dei risultati finali.

Vincolo

Collaborazione scientifica con  ECONA e DII nel Rami di Ricerca 1, 2.

 


Fasi del Lavoro Proposte per il primo anno


 Quattro principali fasi del lavoro


          
 1. Acquisizione della conoscenza - specificità del LCCIs, scelta degli strumenti e

              dei modelli  disponibili
            2. Esperimento

        -  Ramo 1:    Decision-making: indagini (managers) statistiche

        -  Ramo 2:    Case-based analysis dei casi Emergency Management  reali

3. Sviluppo di una simulazione dimostrativa

4. Validazione dei risultati

Commento

 

Vincolo dell'obiettivo

 Interfacciarsi con gli obiettivi degli altri SottoProgetti. Linea di Attivita’ III:

Delimitazione del dominio del problema

 

 L'attività manageriale del Livello Organizzativo inizia quando la situazione del LCCI richiede interventi che vanno oltre le competenze standard degli operatori diretti degli impianti e delle reti LCCI.

 

 Riferimenti Principali

[1] Il metodo: L’approccio ontologico e metodologico TOGA è stato già analizzato e applicato in diverse pubblicazioni internazionali ENEA e nelle tesi di laurea svolte sotto la cura dei partners di questo sottoprogetto; 5 tesi di laurea in ECONA e nell'Università La Sapienza, e una nell’Università di Roma “Tor Vergata”.

TOGA metatheory: http://erg4146.casaccia.enea.it/wwwerg26701/Gad-toga.htm


[2] L'Articolo per CNIP-2006.

A.M. Gadomski, Modeling of Socio-Cognitive Vulnerability of Human Organizations: TOGA Meta-Theory Approach, Proc. of International Workshop on Complex Network and Infrastructure Protection, CNIP 2006 , 28- 29 March 2006, Rome, Italy. http://erg4146.casaccia.enea.it/IRRIIS-ORG/Vulnerability-Poster2006.pdf

 

[3]  A.M. Gadomski, Vulnerability of Human Organizations, The CAMO Workshop on Complex Networks and Infrastructure Protection, 05 June 2006. (ppt- presentation).

 

[4] Common Document: A. D'Ausilio (ECONA),M. Caramia (Tor Vergata), A.M. Gadomski (ENEA), A.Londei (ECONA, M.Olivetti-Belardinelli (ECONA). CRESCO-SOC-COG: Strategies, Competences and Objectives. ENEA-Sede. CRESCO Coordination Meeting, 5 July 2006.  ppt-presentation

 

F  Tutti riferimenti - Risultati della ricerca ENEA.


Importanti Links

F  Versione Inglese                                                               

 


 

L'editore del sito: Adam Maria Gadomski

© 2006-7, ENEA. A.M.Gadomski. All rights reserved.   These are official s-project Research Pages. If you are  interested in  more exact  information, please  send e-mail to : gadomski_a(at)casaccia(p)enea(p)it - The e-mail address is only for professional scientific communication. Any application of here  included information and ideas requires the references to these pages.